FEELAMENT – HATE DELIVERY

Condividi questo articolo..
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 16 marzo 2018 i Feelament hanno rilasciato il loro primo album, Hate Delivery, prodotto e pubblicato in maniera indipendente.

 

I Feelament, band basata a Zelenograd in Russia, offre delle sonorità metalcore con una particolarità che rappresenta anche il loro punto principale di forza: la voce del gruppo è femminile. Non è tipico trovare nel panorama metalcore una voce sporca femminile, quindi in questo caso le aspettative salgono leggermente. L’album è stato, inoltre, realizzato nel concetto di un fantastico cosmo-thriller che lascia tanto spazio all’immaginazione dell’ascoltatore.

 

Dopo una intro che è un mix tra elementi robotici e di marcia, Power And Glory rilascia da subito tutta la sua cattiveria, con uno scream in apertura alquanto lungo. Lo scream nelle strofe lascia spazio ad una voce calma e pulita nei ritornelli, sempre offerta da Masha Balyasova. What’s The Price mostra ancora una volta l’abilità della cantante, che riesce a passare in maniera rapida da un high scream ad un low scream, alternando anche pezzi di vero e proprio growl.

 

Mentre in Hate Delivery un elemento distintivo è rappresentato da una lunga outro principalmente melodica e accompagnata anche da un bell’assolo di chitarra, Great Tragedy presenta il miglior assolo di tutto il lavoro, mostrando tutta la bravura di Tim Jabbarov.

 

Tutte le trac seguono un filo conduttore ben preciso: a strofe cantate in maniera sporca si uniscono spesso dei ritornelli calmi e cantati con voce pulita, così come si alternano dei breakdown pieni di carica o degli outro carichi di batteria, così come in Obsessed e in Incurable Disease.

 

Il lavoro di produzione e mixaggio è stato ben eseguito: la musica è ben bilanciata e il suono non sembra mai eccessivamente sporco. Si è occupato di questo lavoro Max Morton, noto per il suo lavoro con mostri della scena metal come Jinjer, Morton, Ignea e molte altre band.

 

Tutto sommato, i Feelament con il loro Hate Delivery non annoiano mai l’ascoltatore. Le canzoni cariche di cattiveria e di ritmo coinvolgono dalla intro fino all’outro, la voce della cantante cattura la scena, rispettando ampiamente le alte aspettative di incontrare una figura femminile a cantare in scream, mentre i breakdown invitano a seguire continuamente il ritmo della melodia. Tutti i 36 minuti dell’album sono scivolati via in maniera scorrevole, anche se dopo un po’ potrebbe risultare ripetitiva la melodia proposta nelle varie tracce. Nel complesso, ci congratuliamo con i Feelament per il disco prodotto e speriamo di poter sentire del loro nuovo materiale a breve.

Tracklist:

  1. Intro (1:32)
  2. Power And Glory (4:06)
  3. What’s The Price (3:31)
  4. Hate Delivery (4:49)
  5. Trapped (4:48)
  6. Obsessed (3:33)
  7. Great Tragedy (5:23)
  8. Incurable Disease (4:43)
  9. Outro (3:30)

Total playing time: 35:55

 

LINE-UP

Voce: Masha Balyasova

Chitarra: Tim Jabbarov

Basso: Wally Youshkevich

Batteria: Nikita Ladygin

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *