X-PLICIT – LIKE A SNAKE

Condividi questo articolo..
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mi meraviglio sempre meno del fatto che sulla mia scrivania continuino ad arrivare album ben suonati e coinvolgenti, così anche questa volta l’underground italiano, sotto produzione di Sneakout Records & Burning Minds Music Group, ci fa apprezzare il debut album dei nostrani X-PLICIT con il loro “LIKE A SNAKE“.

Non stiamo però parlando di una formazione alle prime armi, bensì di musicisti con alle spalle altri progetti che hanno già ben figurato in altri situazioni, a partire dal fondatore della band, il chitarrista Andrea Lanza che ha ottenuto ottimi riscontri a livello internazionale grazie al suo progetto personale Skill In Veins, continuando poi con Sa Talarico (Aeternal Seprium) al basso, Giorgio Annoni (Longobardeath, Homerun) alla batteria, e dal cantante Simone Zuccarini (Generation On Dope, Razzle Dazzle, Norimberga, Torque, The Wetdogs).

La coesione della band ha permesso agli X-PLICIT di debuttare con un album dalle sonorità Sleaze/Hard Rock di buona caratura, ed essendo un genere che mi sta particolarmente a cuore, di cui ho consumato, nastri, dischi, cd e chi più ne ha più ne metta, posso dire che “Like a Snake” è ben strutturato, segue un linea solida e mai stancante. Il tipico sound “sporco” riprodotto dalla chitarra di Lanza si integra a perfezione con un suono più moderno e corposo rispetto agli ’80 con piacevoli sonorità e stacchi blues come in Don’t Close This Bar Tonight o semplicemente in riff tipici del genere come Shake Up Your Life in cui ho apprezzato il ritornello, molto melodico, da far cantare al pubblico. Non poteva mancare una ballad in un album come questo, infatti ecco l’acustica Angel, canzone profonda con un gran bel testo, che va a rilassare gli animi prima di chiudere con gli ultimi due brani definitivamente la prima fatica dei Rockers italiani.

Le sonorità e le influenze dei grandi nomi che hanno fatto la storia di questo genere, che ha avuto il suo apice tra gli anni ’80 e metà ’90, prima che l’avvento del grunge gli rubò la scena, si sentono e in questo disco forse un pò troppo. Forse questo è l’unico neo che ho riscontrato, perché a mio avviso, il bisogno di qualcosa di innovativo e personale per poter dare l’impronta giusta, per far si che, chi ascolta, non abbia difficoltà a riconoscerti, oggi giorno è indispensabile in un mercato musicale pressoché saturo. Detto questo mi sento di promuovere “Like a Snake” e sarei curioso di poterli vedere dal vivo tanto da gustarmi quel sound “sporco” che tanto mi fa ancora godere.

Line-up:
Simone Zuccarini: Voce
Andrea Lanza: Chitarra
Sa Talarico: Basso
Giorgio Annoni: Batteria

TRDACKLIST
01. Hell Is Open
02. The Great Show
03. You Don’t Have To Be Afraid
04. Shake Up Your Life
05. Deep Of My Soul
06. I’m Original
07. Free
08. Angel
09. Don’t Close This Bar Tonight
10. Like A Snake

Web/Social Links:
www.facebook.com/XplicitHardRockOfficial
www.instagram.com/xplicit.official
www.burningmindsgroup.com/sneakout
www.facebook.com/sneakoutrecords
www.instagram.com/burning_minds_music_group

 

Autore dell'articolo: LucaRock

Stay Connected! Stay Rock!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *