THE RIVEN – THE RIVEN

Condividi questo articolo..
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Artista: THE RIVEN

Uscita: 01/03/2019

Genere:HARD ROCK

Casa discografica: THE SIGN RECORDS

Devo dire che appena ho schiacciato play sul mio vecchio lettore, sono stato travolto da una scarica elettrizzante che mi ha steso! Ragazzi ne voglio ancora! E si “The serpent” ottimo biglietto da visita per chi ascolta per la prima volta the Riven, l’album di 4 ragazzi targato The SIGN Records, che ringrazio personalmente per questa ventata di puro Heavy Blues Rock amplificato dalla potente voce di Totta Ekebergh.

Il sound è da sballo, non scherzo, quello che sentirai uscire dalle tue casse ti renderà irrefrenabilmente un pazzo salterino. E caspita siamo solo alla prima!

Incredibile dopo il primo pezzo a bomba, si arresta subito con un blues rock riflessivo, sempre su ritmi alti, ma con grande energia questa è anche la traccia del quale è uscito il videoclip “Far Beyond”!

Ve lo assicuro, più andrete avanti più sarà una sorpresa nella sorpresa, il sound è un qualcosa di unico, sempre sulla alte frequenze rock, dove sbatterete sopra un muro del suono devastante ed energetico creato dalla chitarra di Arnau Diaz, la batteria di Olof Axegärd e il basso di Max Ternebring, e non dimentichiamo la vera potenza dura e tosta della frontman Totta!!

Ragazzi non riesco a dare una preferenza, secondo me l’album va bevuto tutto in un sorso, fatelo vostro, perché una volta che entrerete non ne uscirete più!!!

A mio parere sino ad ora è stato l’album più originale ed egocentrico del 2019!

TRACKLIST

1. The Serpent (3:31)

2. Far Beyond (4:47)

3. Edge of Time (3:28)

4. Shadow Man (3:59)

5. Finnish Woods (5:29)

6. Fortune Teller (4:51)

7. I Remember (5:10)

8. Leap of Faith (3:14)

9. Sweet Child (5:54)

LINE-UP

Totta Ekebergh – Vocals

Arnau Diaz – Guitar

Max Ternebring – Bass Guitar

Olof Axegärd – Drums

Da ROCKER STAGE,

HEAVY ROCK A TUTTI

JACK RACCONTA…

Recensione a cura di Davide Cadeddu “JACK”

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *