SAOR – FORGOTTEN PATHS

Condividi questo articolo..
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Ci sono dischi, siano full lenght o EP che ti colpiscono al cuore, viaggi alla scoperta di cose che pensavi che non facessero parte di te ma che invece, in fin dei conti, non solo sono presenti, ma gridano e suonano talmente forte che in certi momenti non possono che uscire.

Questo EP dei SAOR è qualcosa di molto coinvolgente, si parla di BLACK METAL ma come sempre non bisogna storcere il naso e chiudere le orecchie, anzi, qui le orecchie vanno tenute ben aperte e non appena ci si siede comodamente su una poltrona si può iniziare questo viaggio sonoro alla scoperta della Scozia.

Come detto i pezzi sono pochi, solo 4, e lo dico con un pò di dispiacere perchè l’opera è veramente degna di nota. “Forgotten Paths”, i “sentieri dimenticati” sono davvero tanti e in questo caso sono quelli che portano lentamente ad abbandonarsi alla scoperta di un Atmospheric Black Metal misto alla tradizione scozzese con episodi veramente degni di nota.

Nonostante i 4 pezzi il disco dura circa 40 minuti, pezzi che sembrano delle autentiche parti di un’opera in cui la melodia e i suoni più delicati collidono in maniera assolutamente dirompente con le ritmiche e i canoni più classici del black metal dando vita ad un’espressione musicale che si potrebbe definire quasi originale.

Il disco uscirà a Febbraio per “Avantgard music” ed è straconsigliato non perdere le coordinate per poter acquistare il disco dei SAOR. La band ha una consolidata esperienza LIVE in giro per il mondo, già presente a festival importantissimi (Hellfest o Steelfest Open Air) e speriamo di poterla vedere su un palco perchè sono veramente curioso di sentire come, un disco così complesso dal punto di vista sonoro, possa rendere nella versione LIVE.

In conclusione il viaggio sonoro con i SAOR è lungo ma piacevole, ricco di scossoni e di cambi di direzione, sorprendente per molti punti di vista. Una band che ha tanto da dire e da dare in un genere che su questa via ha un’evoluzione infinita…

…e se questi sono i presupposti…che BLACK sia…

TRACKLIST

1. Forgotten Paths (11:04)

2. Monadh (10:21)

3. Bròn (12:22)

4. Exile (4:51)

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *