OPPROBRIUM -THE FALLEN ENTITIES

Condividi questo articolo..
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Una domenica mattina come tante e mi accingo ad ascoltare gli OPPROBRIUM from New Orleans. Il logo e lo stile della copertina e quindi basta poco per capire cosa porti alla memoria tale stile.

Gli OPPROBRIUM sono la reincarnazione dei leggendari INCUBUS, death metal band che ha fatto delle cose veramente importanti in passato e che ora, con un nome diverso sforna questo “THE FALLEN ENTITIES” quinto album dal cambio “anagrafico” che riprende senza troppi fronzoli il discorso già iniziato con gli INCUBUS.

Death Metal old school senza troppa ricerca e raffinatezza, chitarre dai suoni cupi ed inquietanti e una produzione che regala emozioni a chi, come me, è legato a quelle produzioni che premiano frequenze basse che regalano profondità al suono micidiale dei fratelli HOWARD che hanno pensato e suonato interamente questo disco, anche il basso è opera di Francis (chitarra e voce).

Cambi di tempo e ritmiche assassine sono la “conditio” indispensabile per l’esistenza degli OPPROBRIUM (e degli INCUBUS), da sempre i fratelli Howard su questo piano hanno pochi rivali, la cura con cui riescono a miscelare la velocità e i tempi più rallentati li mettono nelle prime posizioni della mia personale classifica tra le band storiche ma meno conosciute della scena death metal tra la fine degli anni 80 e i 90.

Il sound e le canzoni sono veramente micidiali, un concentrato di potenza con un occhio di riguardo alla costruzione dei pezzi che merita veri complimenti. Va detto che il sottoscritto era particolarmente legato a “BEYOND THE UNKNOWN disco del 1990, ma questa rivisitazione dello stile già portato avanti con il vecchio nome oggi assume un senso completamente nuovo e sorprende ancora.

Avanti così direi, il disco spacca di brutto, blastbeat senza troppo esagerare e una doppia cassa micidiale sono la linea portante della ritmica di batteria, il bpm non è mai inascoltabile e si sente sempre in maniera distinta un ritmo di cassa e rullante cosa che ormai molti sembrano aver dimenticato sacrificando sull’altare della velocità estrema l’impatto sonoro massiccio della sezione ritmica basso/batteria.

Insomma, bando alle critiche su certe scelte stilistiche di altre band, gli OPPROBRIUM tornano e spaccano di brutto. In uscita il 22 Febbraio per HIGH ROLLER RECORDS un disco da ascoltare e godere in tutta la sua interezza che siate legati o meno alla produzione musicale dei leggendari INCUBUS

TRACKLIST

1. Dark Days, Dark Times (3:57)

2. Creations That Affect (4:53)

3. Wicked Mysterious Events (5:25)

4. The Fallen Entities (5:19)

5. Throughout The Centuries (7:23)

6. Turmoil Under The Sun (4:56)

7. In Danger (5:05)

8. Obstructive Behaviour (4:46)

OPPROBRIUM

Francis Howard – Guitar/Bass and Vocals

Moyses M. Howard – Drums

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *