NOCTURNUS AD – PARADOX

Condividi questo articolo..
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un disco death metal old school, la vecchia scuola che ritorna e si impone su tutto quello che, in tanti pensavano essere il nuovo modo di fare metal estremo, con questo “PARADOX” dei “NOCTURNUS AD” si materializzano veramente quelle atmosfere buie e assolutamente tetre che si respiravano quando, la musica estrema era agli albori e i nostri impianti cominciavano ad emanare, come lezione per tutto il vicinato, voci gutturali e ritmiche pesanti suonate a folle velocità. 

“PARADOX” è veloce e brutale, con una qualità sonora che riporta alla memoria quei suoni tipici dei 90 e un sound e ritmiche che riportano indietro nel tempo. Va da se, senza bisogno di troppe lodi, che questo disco resterà nel mio stereo per parecchio tempo. Una sorta di “concept album” un racconto in musica e parole che narra la storia del dottor Allen William Magus (Dr. Magus) uno scienziato devastato da una malattia di guerra e tenuto in vita da una tuta bio. Un discorso iniziato dal batterista/cantante della band (Mike Browning) nel 1990 quando uscì per la leggendaria “EARACHE RECORDS” il disco dei “NOCTURNUS” che si intitola “THE KEY”. Da quel momento di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia ma oggi, a distanza di quasi 30 anni quell’incubo è tornato reale e musicale e i “NOCTURNUS AD” hanno riportato in vita tutta quell’oscurità 

Storia a parte, il disco è una bordata micidiale e del resto la band in cui militano ex componenti di Morbid AngelNocturnus e Obituary ha bisogno di poche, pochissime presentazioni. Il disco è potente, ricercato, caratterizzato da micidiali riffs di chitarra e da repentini cambi di tempo in cui la tecnica dei musicisti viene fuori in modo incredibilmente chiaro 

Detto ciò, rimane solo l’ascolto di questo disco, un ascolto fluido, del resto un sound così diretto non ha alcun bisogno di ovazioni da parte mia o di particolari complimenti. Ci troviamo di fronte ad un gran bel disco a cominciare dalla copertina e dal suo artwork e questo basta e avanza. 

I pezzi da citare sarebbero tanti, tutto il disco ha delle parti invidiabili in ogni canzone sin dall’iniziale “Seizing The Throne”, passando per “Precession of The Equinoxes” e proseguendo oltre verso la bellissima “Apotheosis” (mai titolo fu più azzeccato) e andando a concludere l’ascolto dell’album in un crescente costante di potenza e violenza sonora. Il disco esce per “Profound Lore Records”. 

Gran bel disco, davvero complimenti alla band di Tampa (Florida) e ai suoi incubi che ritornano dopo tanti anni con la stessa cattiveria e oscurità. 

Buy “NOCTURNUS AD” album “PARADOX” non ve ne pentirete. 

 

Tracklist 

 

  1. Seizing The Throne 
  2. The Bandar Sign 
  3. Paleolithic 
  4. Precession of The Equinoxes 
  5. The Antechamber 
  6. The Return of The Lost Key 
  7. Apotheosis 
  8. Aeon of The Ancient Ones 
  9. Number9 

 

NOCTURNUS AD 

 

Mike Browning – Drums/Vocals 

Daniel Tucker – Bass 

Demian Heftel – Guitar 

Belial Koblak – Guitar/backing Vocals 

Josh Holdren – Keyboards 

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *