LYSITHEA – STAR CROSSED

Condividi questo articolo..
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Ci sono sonorità che devono far parte per forza del tuo Animo altrimenti non riusciranno mai a toccarlo nel profondo. Personalmente, sono molto legato al doom, sono da sempre un ammiratore dei “Candlemass” per esempio ma in questo caso lo stile mi ricorda più qualcosa di simile ai vecchi “Paradise Lost”, un doom con sonorità veramente pesanti e un cantato puramente death.

I “LYSITHEA” conoscono molto bene la materia, suoni oscuri e veramente granitici, la malinconia e la pesantezza di ogni accordo mi riporta alla memoria degli episodi veramente riusciti di band che hanno portato il doom ad essere quello che è oggi.

An Empty Throne” e i suoi 6 minuti circa sono solo l’inizio di un disco della durata totale di circa 45 minuti ricco di malinconia e melodia ma condito qua e la da pezzi veramente tosti e pesanti. Le atmosfere sono a tratti inquietanti e ipnotiche e il disco merita di essere ascoltato e apprezzato con cuffie dalla buona resa sonora.

Il disco vola, lento e implacabile “”The Longing” o la strumentale e atmosferica “Celeste” viaggiano tra melodia e violenza sonora, ma tutto il disco è un concentrato di malinconia condita da chitarre rocciose e taglienti.

In effetti in certe produzioni alcune frequenze vengono un po’ portate in secondo piano, a tratti in questo disco ho l’impressione che lo strumento un po’ sacrificato sia la batteria, non tanto per una questione di suono ma proprio per un volume che a tratti ti fa appena percepire il lavoro dietro le pelli.

Va detto che questo “STAR CROSSED” è un gran bel lavoro, un disco che addolcirà il palato dei fans del doom metal con tanto death metal come influenza principale e una marea di melodia miscelati sapientemente che fanno risultare il disco bello e molto ascoltabile.

A voler proprio trovare il pelo nell’uovo, mi rimane questa cosa della batteria che non riesco a sentire come vorrei, ma il disco (quarto full lenght per la band NeoZelandese) è veramente un episodio ben riuscito.

Tracklist

1. An Empty Throne

2. Away

3. The Longing

4. Celeste

5. Unearthly Burial

6. Fever Dream

LYSITHEA

Mike Lamb – All Instruments

Mike Wilson – Vocals &All Instruments

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *