KRIGERE WOLF – ETERNAL HOLOCAUST

Condividi questo articolo..
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Direttamente dalla bellissima terra di Sicilia arriva questo disco dei “KRIGERE WOLF”, black metal furente e rabbioso oltre l’estremo. “ETERNAL HOLOCAUST” è un lavoro oscuro e freddo, tetro, in cui le chitarre sono taglienti come lame e la batteria va velocissima. Un black metal molto vicino alle origini del genere, senza addolcimenti o niente che possa far pensare in qualsiasi modo che ci si può aspettare un tempo per la pace. Qui, in questo disco la guerra è apertamente dichiarata e i due Catanesi si impegnano per fare in modo che non ci sia pietà per nessuno.  

Il disco è intenso e con una produzione che mi piace assai perché secondo me utilizzare troppa pulizia in certe ambientazioni diventa deleterio. Non voglio con questo dire che il disco sia mal prodotto o si senta male, al contrario voglio sottolineare come, il sound grezzo e minimale dei “KRIGERE WOLF” possa trasmettere ancora maggiore angoscia rispetto a quanto ci si potrebbe aspettare. 

Eternal Holocaust” che apre l’album dopo una breve intro è solo l’inizio, una ventata di black metal che potrebbe scioccare le orecchie meno preparate a tanta violenza e che ad un certo punto, quando la chitarra inizia a fischiare ti potrebbe materializzare “Kerry King” nella stanza ad aumentare quel timore dato da tutta quella violenza. 

Blasphemous Chaos Magnificence” continua il discorso iniziato ed è ancora più chiaro che la band ci sappia fare a velocità folle e possa continuare a sconvolgere l’animo con le restanti canzoni. 

Brutali, crudeli, arrabbiati, i “KRIGERE WOLF” sono la garanzia che il black metal ha fatto proseliti anche nella nostra penisola e questi sono dischi che vale la pena avere e ascoltare. 

Mystic Genocide” è il giusto proseguimento nel viaggio. Non c’è che dire, la definitiva consacrazione di una band è sicuramente il palco ma è cosa probabile che, con un materiale da suonare così cattivo e furioso, su un palco si possa realmente scatenare l’inferno. 

Visions of Death” è il mio pezzo preferito, probabilmente quello un po’ più vario e con una scrittura un po’ più complessa del disco, un disco che non perde mai potenze e violenza, la chitarra è sempre tagliente e affilata come un rasoio e se devo fare proprio una critica al disco dico che i blastbeat (che mi accorgo facciano assolutamente parte del genere e quindi ci stanno sempre e comunque) a volte potrebbero prendere una pausa poiché credo che, come succede in questo pezzo, nelle parti più “lente” se così posso dire, la potenza e l’impatto della band aumentano la loro presenza. 

La cover finale dei “Dissection” poi è un’autentica chicca su cui non parlo e non dico nulla, in primis perché ritengo la band una band incredibile e poi perché con una simile esecuzione, perfetta e precisa, non resta che fare i complimenti. 

Complimenti quindi ai “KRIGERE WOLF” perché questo “ETERNAL HOLOCAUST” spacca il culo nel vero senso della parole, senza fronzoli e mezze misure.  

 

Tracklist 

 

Intro 

Eternal Holocaust 

Blasphemous Chaos Magnificent 

Mystic Genocide 

Visions of Death 

Night’s Blood (Dissection cover) 

 

KRIGERE WOLF 

 

Rick Costantino: Drums/Bass/Vocals 

Salvo Leonardi: Guitars/Vocals  

LIVE SESSION: 

Salvatore Martino Testa: Drums 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o qui.

Open in Spotify

 

 

 

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *