FROM ANOTHER MOTHER – ATATOA

Condividi questo articolo..
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Arrivano dalla croazia, in sede Zagabria, la band FROM ANOTHER MOTHER, che rilascia oggi il nuovo album, “ATATOA”.

Ciò che vi sembrerà comunemente più scontato in campo musicale, dimenticatelo. I tre ragazzi della capitale, scuotono il nord croato a suon di rock dai mille volti diversi. Caricano l’atmosfera con il loro sofisticatissimo “Math Rock”, genere che ha le sue origini nella seconda metà degli anni ottanta negli Stati Uniti. Pittsburgh, San Diego e Chicago fecero da ambasciatori del genere, che si è poi divulgato oltre oceano solo anni dopo. Esso è caratterizzato da ritmiche tutt’altro che classiche, visto che non si ricorre per niente al 4/4 che tutti conosciamo. Si varia la ritmica che viene suddivisa assimetricamente, e va dai 7/8 agli 11/8 ecc. , questo spiega il suo nome, “MATH”, che critici ed esperti hanno dato al genere, proprio per via della sua complessità e dalla “matematica” che troviamo al suo interno. Qui, la musica varia continuamente, con cambi di ritmica che fanno da padroni all’interno dell’album. I FROM ANOTHER MOTHER quindi, interpretano alla grande tutto ciò, con brani “progressive” che cambiano totalmente melodie e non seguono mai uno schema. Nello stesso brano si può trovare un timbro grunge, e sembrare di sentire qualcosa stile nirvana, ma mentre l’ascoltatore inizia a farsi un idea, ecco che il ritmo, la melodia, e quindi tutto il sound generale, cambia. Ci troviamo catapultati improvvisamente in qualcosa, per esempio, di puro Metal.

Gli arrangiamenti sono caratterizzati da groove multi-ritmici, cambi di sound improvvisi, e dinamiche mai scontate, il tutto condito da una chitarra melodica e una voce pulita, influenzato dall’indie rock di Biffy Clyro, le strutture matematiche di “Supernova” e l’energia di “Baited” sono sicuramente il pezzo forte dei brani più significativi di questo album.

Detto ciò, non mi sento di fare un’analisi completa e accurata di ogni brano, che in tutto sono 9, perchè probabilmente servirebbe un giorno intero per suddividere e analizzare con cura una sola traccia. La complessità di questo genere deve essere sicuramente il frutto di un lavoro maniacale e preciso. Questo è un album ottimo, che a mio avviso va ascoltato senza troppi pregiudizi, e che a me personalmente è piaciuto un casino perchè trasmette energia, sorprendendo continuamente chi ascolta. Figo.

 

Label: Kapitän Platte

Distribution:
D / AUT: Cargo Records
FR: Differ-Ant
CH: Irascible
IT: Goodfellas
USA: A Thousand Arms

Membri del gruppo:
Vlado Remeš
Roko Maštruko
Borna Jambroš
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o qui.

Open in Spotify

 

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *