BROWBEAT – REMOVE THE CONTROL

Condividi questo articolo..
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La band modenese Browbeat, dopo oltre 10 anni dallo scioglimento, fa il suo ritorno in grande stile pubblicando Remove The Control attraverso l’etichetta Indelirium Records.

 

La band, dai connotati hardcore, decide di introdurre l’ascoltatore all’album con una traccia di introduzione, The New Slavery Nations, per lo più parlata e che catapulta al meglio nel disco urbano che il gruppo ha scelto di produrre. A partire dalla seconda traccia, The Labor Blackmail, si viene introdotti alla voce in scream del cantante M.V. e ai cori urbani che fanno da contorno nel ritornello. When The Profit Kills, invece, presenta uno dei migliori breakdown di tutto l’album.

A Forgotten Number, primo singolo estratto dall’album di cui è stato anche pubblicato un video, mostra con efficacia e la giusta cattiveria i temi trattati dalla band e le musicalità trattate, tra scream, cori, breakdown e virtuosismi.

 

Un elemento curioso e che crea uno stacco netto all’interno dell’album è Nothing More And Nothing Less, un drammatico interludio suonato solamente col pianoforte e condito da una voce femminile strozzata che denuncia la sua condizione sociale. Vengono elencate una serie di richieste, principalmente la pretesa di rispetto: niente di più, niente di meno.

 

Un elemento importante, ben impostato e udibile all’interno dell’album sono la batteria veloce di Badiali e le ritmiche delle chitarre di Cocconi e Bennati, che creano le atmosfere giuste per catapultare l’ascoltatore in un viaggio nel tempo negli anni ‘90. In sintesi e concludendo, il ritorno dei Browbeat non poteva che essere accompagnato da un album di questo tipo, hardcore e cattivo al punto giusto e personalmente non potevamo aspettarci di meglio, sperando in tanti altri nuovi album da recensire in futuro da parte loro.

 

Tracklist

  1. The New Slavery Nations (1:12)
  2. The Labor Blackmail (3:06)
  3. When The Profit Kills (2:42)
  4. A Forgotten Number (3:14)
  5. Underpaid (2:11)
  6. Nothing More And Nothing Less (2:12)
  7. A Personal War (3:10)
  8. The Power Of The Few (3:13)
  9. The Suffocated Rights (3:11)
  10. Remove The Control…Till Death!! (3:39)

Total Playing Time 27:49

 

Line up

M.V – Vocals

Luca Cocconi – Guitar

Mirco Bennati – Guitar

Dimitri Corradini – Bass

Nickolas Badiali – Drums

 

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *