BLACK DEATH – PHANTASMHASSGORIE

Condividi questo articolo..
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

BLACK DEATH 

PHANTASMHASSGORIE

Quando ho letto il nome della band “Black Death” il mio povero cervello bacato dal troppo metal è andato in confusione. Mi sono venute in mente band di mezzo mondo e ci ho messo parecchio a legare questo nome ad una band che proviene da San Pietroburgo. Dalla biografia della band peraltro noto una lunghissima carriera, sono attivi dal 1998 (ed io ho sempre ignorato la loro esistenza), legando questo nome ad una band americana che risale se non sbaglio ai primi anni 90. Fatto sta che oggi con questi “BLACK DEATH” riassaporo la mia dose settimanale di “black metal” senza troppi fronzoli, suonato in maniera molto convincente e gridato verso l’occidente in lingua tedesca tutto odio e riff micidiali. 

“Phantasmhassgorie” è un disco di circa 45 minuti che esce per “Heidens Hart Records” diviso in 8 pezzi conditi da tanta rabbia eseguite, come scrivono nella loro biografia, con precisione militare (e in effetti a tratti, l’effetto marcia militare si sente veramente forte!!). Come detto parliamo di black metal nudo e crudo, con una produzione abbastanza old school, non nitidissima ma in cui si possono sentire delle canzoni niente male.  

La title track colpisce per impatto e per una chitarra al limite dell’ipnotico. I suoni della batteria a tratti mi sembrano un po’ “finti” ma devo dire che complessivamente il lavoro ritmico è notevole. Il trio picchia veramente duro e questo disco suona veramente bene. Non sarò mai un estimatore di un genere così estremo, soprattutto in una veste così fedele ai tratti base di questo stile, ma pezzi come “Got ist mein Hass” o la conclusiva “Der Hass det Toten” sono notevoli e veramente ben curati. 

Un disco principalmente per amanti e puristi del black metal, la vedo veramente difficile per i novizi avvicinarsi ad un genere musicale così estremo, con un disco simile, ma pur sempre un disco che aumenta la schiera di band valide provenienti dal ricco panorama dell’Europa dell’est… 

 

…E che il vento dell’est possa gelare le casse dei vostri impianti audio con questa scarica di odio… 

 

Tracklist 

 

01 Hass aus dem Himmel 

02 …ist Hass 

03 Phantasmhassgorie 

04 Der Engelhass 

05 Gott ist mein Hass 

06 Hass in den Adern der Erde 

07 Durch den Wirbel des Hasses 

08 Der Hass der Toten 

 

BLACK DEATH 

 

Abysslooker – guitars 

Colonel Para Bellum – bass, vocals 

Polar Maya – drums 

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner" o qui.

Open in Spotify

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *